Le varici sono conseguenza di un disturbo circolatorio, l’insufficienza venosa. Prevenirle si può, a patto di curare le gambe fin da giovani.

Le vene varicose, o varici, rappresentano uno spauracchio per molte donne soprattutto per il danno estetico. In effetti scoprire sulle gambe le prime avvisaglie di varici può mettere in allarme, facendo prefigurare un futuro prossimo in cui indossare una gonna corta non sarà più possibile. Ma le cose stanno davvero così? La risposta è no, anche se, naturalmente, dipende dai casi. La buona notizia è che le vene varicose non sono un problema inevitabile, ma è possibile prevenirle.

 

Cosa sono le vene varicose?

Le varici sono un disturbo angiologico che colpisce soprattutto le vene degli arti inferiori, all’interno delle quali ci sono delle piccole valvole che si aprono per permettere al sangue di risalire verso l’alto, e si chiudono per impedirne la ricaduta. Quando la circolazione è ottimale, le gambe sono leggere, calde, senza traccia di ristagni di sangue o gonfiore.

 

Ma poiché il sistema circolatorio è un meccanismo delicato, basta poco per alterarlo; fattori variegati tra cui l’età, il sesso femminile, la predisposizione familiare ecc., possono contribuire ad indebolire le vene e a rallentare la circolazione nei piedi e nelle gambe. Ed ecco i primi sintomi fastidiosi come prurito e formicolio, crampi e pesantezza, polpacci e caviglie gonfi.

 

Ebbene, in questa fase si può ancora intervenire per impedire che l’insufficienza venosa, ovvero la condizione alla base delle vene varicose, si aggravi tanto da da creare seri problemi, non solo di ordine estetico.

 

Infatti se non si risponde subito a questi segnali di sofferenza dei vasi sanguigni, il rischio è quello di ritrovarsi nel giro di pochi anni con le estremità costantemente gonfie, violacee, pesanti, solcate da antiestetiche vene ingrossate, che appaiono come dei grossi cordoni bluastri sotto pelle. Non proprio un bel vedere, e tanto meno un bel sentire.

 

Le varici sono quindi vene malate, nelle quali il sangue ristagna, facili alle infiammazioni e alle rotture. Vene all’interno delle quali è alto il pericolo di formazione di trombi.

 

Prevenire le vene varicose: l’importanza del fattore tempo

Prevenire le vene varicose è possibile, a patto di curare la propria circolazione periferica fin da giovani, in particolare quando esista una forte componente familiare che aumenta la probabilità di sviluppare insufficienza venosa.

 

Ecco qualche regola generale da seguire per prevenire le vene varicose:

 

box prodotto stasiven

Particolarmente utili per la circolazione, dal cui malfunzionamento derivano le vene varicose,
STASIVEN COMPRESSE e STASIVEN TOP aiutano a contrastare i ristagni nei liquidi nei tessuti e a rimuovere il gonfiore e l’infiammazione. E’ ora di dire basta alle gambe pesanti!

Chiedi in farmacia Scarica l’ebook

 

  • Fare movimento. Se c’è un nemico della circolazione, soprattutto periferica, questa è la sedentarietà. Per chi fa un lavoro sedentario che costringe in una sola posizione per buona parte della giornata, è importante effettuare delle pause ogni due ore per sgranchire le gambe e fare qualche passo
  • Mangiare cibi flebotonici naturali che rinforzino i vasi e migliorino la circolazione, in particolare frutta e verdura e di colore rosso-viola, verde e arancio
  • Bere molta acqua che aiuta i reni a filtrare il sangue e a drenare i fluidi del corpo
  • Mantenere un peso corporeo nella norma. Anche in gravidanza è importante cercare di non ingrassare troppo!
  • Indossare calze e collant a compressione graduata per stimolare la circolazione mentre si cammina
  • Indossare calzature comode con un buon plantare anatomico, meglio ancora se su misura, e un tacco non troppo alto, al fine di migliorare la spinta del tallone verso l’alto che metta in circolo il sangue
  • Sottoporre a frequenti docciature calde e fredde la zona inferiore delle gambe per stimolare la circolazione
  • Effettuare dei cicli di integrazione con integratori alimentari a base di meliloto ricco in cumarina e vitis vinifera abbinati a trattamenti localizzati con prodotti in crema, contenenti rusco, melograno, caffeina e ippocastano (si trovano in farmacia)
  • Evitare il fumo e l’abuso di alcolici che danneggiano le pareti venose rendendole più sottili e permeabili

 

Ai primi segnali di allarme – gambe e piedi che a fine giornata appaiono gonfi, sensazione frequente di intorpidimento, caviglie che tendono a diventare bluastre quando si rimane a lungo seduti ecc. – è bene non prendere sotto gamba la questione, ma adottare le giuste contromisure per evitare l’ingrossamento dei vasi e prevenire la formazione di vene varicose.

 

Leggi tutti i consigli per le tue gambe

admin.infurin

This is a paragraph.It is justify aligned. It gets really mad when people associate it with Justin Timberlake. Typically, justified is pretty straight laced. It likes everything to be in its place and not all cattywampus like the rest of the aligns. I am not saying that makes it better than the rest of the aligns, but it does tend to put off more of an elitist attitude.