Gonfiori e pesantezza si accentuano con il caldo. Ecco come affrontare i disagi della stagione estiva e restare… in gamba!


 
Per chi ha problemi di circolazione sanguigna, l’arrivo dell’estate e in generale del caldo rappresenta un vero incubo. Soprattutto le gambe e le caviglie sembrano soffrire dell’aumento della temperatura esterna e così, puntualmente, prima ancora che il resto del corpo si accorga del cambio di stagione, mostrano le prime avvisaglie di difficoltà.

 

Sintomi come il gonfiore, il senso di pesantezza, i formicolii e il prurito si fanno sentire un po’ per tutti, ma possono diventare un vero problema invalidante per chi si trova in una condizione di insufficienza venosa. Questo disturbo del circolo venoso periferico, infatti, viene acuito proprio dal caldo, che provoca vasodilatazione, ovvero fa gonfiare le vene e i capillari delle zone inferiori del corpo e ne rallenta ancora di più il lavoro di pompaggio, perché la pressione necessaria per spingere il sangue verso l’alto non è sufficiente.

 

Risultato? Ristagni ematici nei piedi, che si possono gonfiare tanto da non riuscire ad entrare nelle scarpe, caviglie e gambe gonfie, sensazione di intorpidimento e formicolii, talvolta veri e propri crampi. Nelle donne si fanno più evidenti inestetismi come ritenzione idrica e cellulite, che diventano mortificanti proprio nel periodo dell’anno in cui l’abbigliamento si alleggerisce. Man mano che il tempo passa e il giorno avanza, in generale le gambe sembrano diventare sempre più pesanti e stanche, e arrivati a sera camminare diventa quasi una tortura.

 

box prodotto stasiven

Il caldo non è certo il miglior amico delle gambe ma non è neppure da demonizzare chiudendosi in casa con i condizionatori al massimo sperando che passi presto. Con una buona strategia preventiva si può sopravvivere egregiamente ai mesi più “roventi” dell’anno mantenendo le gambe in buono stato di salute. Occorre uno stile di vita più virtuoso, fatto di tanto moto e dieta mirata, unito all’utilizzo di integratori naturali a base di antiossidanti e di una buona crema ad attività tonificante e antigonfiore.

Chiedi in farmacia Scarica l’ebook

 

Consigli utili per affrontare il gran caldo

Come si fanno a gestire questi problemi delle gambe nella bella stagione, quando le temperature superano i 30°C, l’umidità satura l’aria ed è impensabile indossare calze elastiche a compressione graduata? Ebbene, ci sono diverse cose che si possono fare, oltre a seguire con scrupolo i consigli del medico. Ecco qualche consiglio valido per tutti:

  • Bere molta acqua, soprattutto a digiuno e fin dal mattino. Potrà sembrare una banalità, eppure questo semplice gesto ha un effetto straordinario sul benessere, e certamente aiuta a ridurre la tendenza al gonfiore e alla ritenzione idrica
  • Quando possibile, tenere le gambe sollevate per contrastare l’effetto della forza di gravità, soprattutto a fine giornata
  • Assumere integratori naturali per stimolare la circolazione e rinforzare le pareti venose. Tra i supplementi più indicati troviamo quelli a base di bioflavonoidi, meliloto (cumarina), vitis vinifera e vitamine C ed E. Il consiglio è quello di cominciare ad assumere questi prodotti in primavera, in modo da arrivare all’estate già preparati
  • In caso di gonfiore, applicare sulle gambe un dermocosmetico a base di meliloto (cumarina), centella asiatica e acido ialuronico. L’azione contemporanea dei principi attivi e del massaggio per farli penetrare nella pelle avrà un effetto rigenerante immediato
  • Fare più moto: questo naturalmente non significa andare a correre sotto il sole cocente in pieno agosto. Meglio programmare delle belle passeggiate in spiaggia sul bagnasciuga o nel verde di un parco nelle ore fresche della giornata, oppure una nuotata in piscina. Ottima anche la bicicletta per una pedalata stimolante
  • Tenere le gambe fresche, sia effettuando delle docciature fredde (meglio se a fine giornata), che applicando creme rinfrescanti e stimolanti della circolazione e che aiutino a ridurre il ristagno dei liquidi
  • Al mare è buona regola non esporsi al sole nelle ore in cui i raggi UV sono più violenti (dalle 12 alle 16) , e non solo per evitare il rischio di scottature e danni alla pelle. Infatti il calore intenso, unito all’immobilità del corpo, fa male alle vene che rischiano ancora di più di ingrossarsi pertanto sarebbe meglio tenerle all’ombra

 

Cosa mangiare in estate

Anche l’alimentazione ha notevoli effetti sul benessere delle gambe, soprattutto in estate. In particolare, è importante:

  • Aumentare le porzioni di frutta e verdura, soprattutto quella ricca di vitamina C, betacarotene e bioflavonoidi, che sono le sostanze antiossidanti amiche delle gambe e della circolazione. Via libera, quindi, a ortaggi di stagione tra cui carote, peperoni gialli e rossi, pomodori, rucola, e frutti rossi, gialli e viola come fragole, albicocche, lamponi, mirtilli e more, uva e poi tanti kiwi e ananas: quest’ultima è un toccasana per le gambe perché ha affetto drenante e antiinfiammatorio, pertanto aiuta anche a combattere la cellulite
  • Se tra i sintomi dell’insufficienza venosa ci sono anche formicolii e crampi, magari notturni, può essere di aiuto assumere mangiare più cibi che contengano magnesio e potassio, tra cui banane, carne di pollo e patate
  • Ridurre drasticamente il sale nei cibi. Il sale ha un effetto igroscopico, cioè assorbe i liquidi ingeriti e provoca gonfiore, inoltre fa aumentare la pressione sanguigna affaticando il cuore. Attenzione al sale occulto nei cibi, ovvero quello contenuto nel pane e nella pizza, nei formaggi stagionati, nello scatolame e nei salumi e insaccati

 

Leggi tutti i consigli per le tue gambe

admin.infurin

This is a paragraph.It is justify aligned. It gets really mad when people associate it with Justin Timberlake. Typically, justified is pretty straight laced. It likes everything to be in its place and not all cattywampus like the rest of the aligns. I am not saying that makes it better than the rest of the aligns, but it does tend to put off more of an elitist attitude.