I problemi alle gambe derivanti dalla cattiva circolazione, tra i quali stasi venosa, vene “sfiancate”, gonfiore e prurito, possono essere ereditari. Ecco come prevenirli.


 
La circolazione del sangue nelle gambe può non essere ottimale per tante ragioni, tra cui, naturalmente, l’età avanzata e la sedentarietà, ma anche la genetica gioca la sua parte. Non si tratta certo di un “contagio”, ma di una sorta di debolezza originaria – congenita, appunto –  che i genitori trasmettono ai figli e che si può concretizzare nella comparsa di disturbi come la stasi venosa  e dunque:

  • Vene varicose e capillari che tendono a rompersi facilmente
  • Piedi e le caviglie che presentano edemi (gonfiore) e colorazione che tende al rosso-violaceo
  • Comparsa di fenomeni come crampi, soprattutto notturni, formicolii e prurito
  • Dolori alle gambe e fatica a camminare
  • Ritenzione idrica e cellulite (comune nelle donne ma può presentarsi anche negli uomini)

 

Il problema all’origine si chiama insufficienza venosa, e consiste in una fragilità dei vasi e in un cattivo funzionamento delle valvole venose, che impediscono al sangue di circolare correttamente dalle gambe e dai piedi verso l’alto, cioè verso il cuore. Nella maggior parte dei casi il disturbo del circolo venoso periferico è lieve, ma quando l’insufficienza diventa davvero grave e invalidante possono verificarsi flebiti e trombosi, quindi occhio a non sottovalutare il problema!

 

box prodotto stasiven

Se genitori o nonni soffrono di vene varicose, le loro gambe appaiono gonfie e le lamentele per crampi notturni e formicolii sono all’ordine del giorno, è importante muoversi per tempo adottando accorgimenti pratici utili al benessere degli arti inferiori. Ridurre al minimo i fattori di rischio che possono favorire l’indebolimento dei vasi sanguigni, renderà meno probabile ritrovarsi con le gambe ko.

Chiedi in farmacia Scarica l’ebook

 

I consigli per prevenire i più comuni problemi alle gambe

Se il disturbo è presente in famiglia, la cosa più intelligente da fare è quella di giocare d’anticipo. Ecco quello che si può fare fin da giovani:

  • Evitare di ingrassare troppo, perché il peso in eccesso rende ancora più difficile il compito dei vasi sanguigni che devono pompare il sangue verso il cuore in un superficie dilatata (ovvero, in un corpo over size)
  • Non stare mai troppo a lungo in piedi o seduti, per scongiurare il ristagno del sangue
  • Non fumare e non bere superalcolici, che intossicano e infiammano i vasi sanguigni (ma mezzo bicchiere di vino rosso a pasto al contrario può essere benefico)
  • Fare una vita attiva e scegliere sport che non sottopongano ad eccesivo stress gambe e vasi. Va benissimo il nuoto, ad esempio, perché non rischia di produrre traumi agli arti inferiori
  • Non indossare abiti troppo stretti, anche se sono di moda, perché possono rallentare la circolazione. Occhio anche alle calzature, che dovranno essere comode, con piccolo rialzo per agevolare la pompa plantare
  • Indossare calze a compressione graduata che esercitano un salutare massaggio dal basso verso l’alto
  • Non dimenticare l’importanza di recarsi dallo specialista per una visita di controllo specificando che in famiglia ci sono casi di insufficienza venosa
  • Ai primi sintomi, assumere prodotti specifici per la circolazione come ad esempio una buona crema ad attività antiedemigena, antiinfiammatoria, vasoprotettiva, ristrutturante e idratante, in aggiunta a delle compressea base di principi attivi naturali che contrastano la stasi venosa, migliorano il microcircolo e la tonicità dei capillari

 

E a tavola cosa si può fare?

I disturbi degli arti inferiori possono essere scongiurati in parte anche grazie all’alimentazione. In particolare è consigliabile:

  • Bere molta acqua
  • Mangiare bene, consumando ogni giorno frutta e verdura e tre volte alla settimana il pesce, limitando zuccheri e grassi in eccesso
  • Mangiare buone quantità di mirtilli, ananas e uva rossa, perché sono i frutti in assoluto più benefici per la circolazione delle gambe
  • Fare il pieno di vitamina C grazie ad agrumi, kiwi, cavoli e pomodori, perché questa sostanza rafforza il tono venoso e riduce il pericolo di infiammazioni e di cellulite
  • Ridurre il carico di sale e limitare il caffè: entrambi non aiutano la circolazione, e il sale inoltre favorisce la ritenzione idrica e la cellulite

 

Leggi tutti i consigli per le tue gambe

admin.infurin

This is a paragraph.It is justify aligned. It gets really mad when people associate it with Justin Timberlake. Typically, justified is pretty straight laced. It likes everything to be in its place and not all cattywampus like the rest of the aligns. I am not saying that makes it better than the rest of the aligns, but it does tend to put off more of an elitist attitude.